fbpx
  • 0 Items - 0.00
    • No products in the cart.
Affrettati! Solo poche copie disponibili!

Acquista a un prezzo speciale dal 24/11 al 04/12

8 euro (prezzo della prevendita) invece di 17 euro (prezzo di copertina)
Gratis il primo capitolo: scrivi la tua mail!
Seguici online il 24 novembre alle ore 21:00

La prevendita

00 Days
00 Hours
00 Mins
00 Secs

Hortensia
di Lucia Maria Collerone

Sicilia, primavera 1939.

Vicino al tempio di Demetra, nella campagna dorata tra Agrigento e Gela, il figlio del fattore, Mario, e la figlia del padrone, Hortensia con la acca, come tiene a precisare, si tuffano nei prati verdi e profumati, aspirano la vita, e avvertono che qualcosa si sta trasformando nella loro amicizia.

Come sempre nei suoi romanzi, Lucia Maria Collerone intreccia con sapienza la storia fatta di guerra, fame, bombardamenti e mancanza di libertà con le vite dei suoi giovani protagonisti: vie partigiane, vie di una conoscenza antica, quella della spagiria siciliana, che porteranno Hortensia a diventare una potente maga moderna. Maga di medicina, perché cura, ma anche maga d’amore, perché forte è quello che prova per la vita e per la sua inesauribile meraviglia.

Un nuovo e indimenticabile personaggio femminile creato dalla penna di una straordinaria autrice siciliana, che scrive con il cuore, e che il cuore sempre colpisce.

Metronomicon
Cosa c'è sotto la metro A di Roma?

All’interno del classico espediente epistolare – la lettera che il vampiro Vlad, nascosto nel ventre delle scale mobili di Battistini, indirizza alla misteriosa Signora di Anagnina, affidandola a un convoglio fantasma – il Metronomicon è un viaggio fantastico attraverso la linea A della metropolitana di Roma, nel corso del quale si scoprirà che tutti i disagi dei famigerati trasporti sotterranei capitolini non sono generati dall’incuria degli uomini, ma da cause sovrannaturali.

La storia stratificata e millenaria della Capitale, attraversata come una freccia, dalla periferia al centro, dalla linea rossa della metropolitana, offre un vasto campionario di leggende e tradizioni cui attingere (l’albero dell’Alberone, la festa delle streghe di San Giovanni, la leggenda di Tulliola, l’ago di Cibele, la fontana di Piazza di Spagna e le Naiadi di Barberini), fatti storici (la Roma delle origini e quella imperiale, il sacco di Roma e la Roma papalina) che finiscono per incrociarsi con la cronaca, ora drammatica ora colorita, della Roma contemporanea: la scomparsa di Daniele Potenzoni e la morte della senegalese Adji Rokhaya Wagne, ma anche la chiusura prolungata di Barberini, la confusione allo snodo di stazione Termini, il multiculturalismo di Vittorio Emanuele, l’estrema destra e la cultura rom, la passione per il cinema e quella per Francesco Totti e la AS Roma.

Senza contare che quando la lettera del vampiro Vlad raggiungerà finalmente la sua amata, la Signora di Anagnina, Roma sarà cambiata ancora una volta: assediata dal coronavirus, in pieno lockdown, la città silenziosa e deserta tornerà ad accogliere sulle sue strade – come non accadeva da secoli – le creature soprannaturali, finalmente libere di emergere dal sottosuolo…

Ilaria Ravarino, sceneggiatrice e giornalista, romana, firma articoli per Il Messaggero, Elle, Box Office, MyMovies e chiunque le dia spazio per fare ciò che le interessa di più al mondo: andare a caccia di storie.

Stefano Pomarici, creatore di giochi di ruolo e da tavolo, tra il 2007 e il 2018 ha lavorato nella produzione di pubblicità ed eventi, mentre dal 2019 nella produzione cinematografica.

Entrambi appassionati di fantasy, hanno dato vita a un blog per raccontare le storie di Metronomicon, che ha in pochissimo tempo raccolto centinaia di lettori.