fbpx
  • 0 Items - 0.00
    • No products in the cart.

Le nostre prevendite

Le nostre prevendite sono un sistema pratico e veloce per acquistare i nostri volumi in anteprima.
Lo sconto massimo del 5%, grazie alla nuova legge sul libro c.d. Bonisoli (febbraio 2020), è obbligatorio anche per i grandi colossi della vendita online.
Allora perché comprarlo da loro? Anche noi di WriteUp te lo spediamo a casa!
Inoltre, se acquisti in prevendita, avrai sempre in omaggio l’ebook nel formato EPUB3.
Prova!

Oltre il velo del reale
E se tutto cambiasse in un attimo?

La primavera del 2021 si è scaldata al sole del fantastico: è stato così che il Premio Calvino, in collaborazione con L’Indice dei Libri del Mese e il Mufant – Museo del Fantastico e della Fantascienza di Torino, ha lanciato il concorso di racconti “Oltre il velo del reale”. Grazie all’ampiezza del tema, i partecipanti hanno potuto liberamente spaziare tra i molti generi del fantastico: dal gotico al distopico, dal fantasy all’horror, dal fantascientifico all’onirico, dal perturbante alla favola. Tra i 743 racconti in con corso, il Direttivo del Premio Calvino ha scelto 36 semifinalisti e, dopo un’ulteriore fase di lettura e selezione, 10 finalisti, che sono stati sottoposti al giudizio di una giuria tecnica composta da Silvia Casolari (fondatrice e condirettrice del Mufant), Loredana Lipperini (giornalista, scrittrice e conduttrice radiofonica), Andrea Pagliardi (direttore editoriale dell’Indice) e Franco Pezzini (saggista).

I racconti vincitori sono stati due: uno votato dalla giuria tecnica (Beatrice Salvioni, Il volo notturno delle lingue mozzate), uno votato dai lettori dell’Indice (Monica Acito, Amaràvia). Le autrici e gli autori dei 36 racconti finalisti e semifinalisti, inconsapevolmente e in piena autonomia, hanno costruito altrettanti piccoli universi nei quali alzando il velo del reale hanno disegnato l’ignoto, l’inquietante, l’incerto, nel futuro, nel presente e nel passato, in mondi di invenzione o nel nostro. Uno l’imperativo categorico: lo sguardo che distorce al tempo stesso insegna e apre nuove orizzonti.

Per questo, la raccolta di racconti, che ha esattamente lo stesso titolo del concorso, è stata scelta come iniziatrice della collana Distopia. La collana sarà un grande contenitore per racconti, romanzi, saggi e traduzioni, nei quali il trade d’union non è il genere, ma il tema: la distopia come utopia del negativo nel Novecento, che ha il sapore aspro dei versi montaliani: ciò che non siamo, ciò che non vogliamo…

Inizia la prevendita!

20-28 novembre 2021

i primi tre racconti

Leggi subito