• 0 Items - 0.00
    • No products in the cart.

Una serata all’insegna delle favole e delle antiche favole greche. Così ci siamo radunati intorno alla camera dei nostri PC, e venerdì 19 giugno abbiamo lasciato che Erika Casali ci raccontasse quando, dove e perché ha lascito l’Italia per l’isola di Alonnisos.

E come ha incontrato le favole…

Luogo delle sue vacanze fin da bambina, solo da grande, e solo attraverso la conoscenza dell’intellettuale isolano Athanasios Pappos, è venuta a conoscenza di queste meravigliose fiabe.

Chi era Athanasios Pappos

Laureato in francese all’Università di Atene, ha lasciato ben presto la vita caotica della capitale per ritornare alla quiete della sua isola.

Qui, insieme alla moglie Christine, ha animato per anni la vita culturale e il dibattito politico sull’isola, nell’interesse esclusivo del benessere dei suoi abitanti. Ha però anche fatto di più.

Come un novello Calvino, si è incamminato per le irte stradine di Alonnisos, ed ha cominciato a farsi raccontare le favole dell’isola dagli anziani (ma soprattutto anziane!).

L’insegnamento imperituro delle favole

Così la nostra Erika si è trovata a girare per l’isola, e a vedere questo volumetto tradotto in francese, ovviamente per i turisti dell’isola. Si è incuriosita, ha conosciuto Athanasios e la sua moglie francese Christine, ed insieme a loro, direttamente dallo stretto dialetto dell’isola e dalla voce di Athanasios, ha cominciato a tradurre.

Il greco moderno è una lingua inusuale, e poco sappiamo della produzione contemporanea in questa nobile lingua. Le favole però le conosciamo tutti: in un mondo privo di basi solide, nel quale un virus può spazzare migliaia e migliaia di vite in un attimo, le favole ancora insegnano ai grandi, ma anche ai bambini, la differenza tra il bene e il male; insegnano che questo esiste, e bisogna saperlo riconoscere per difendersi; insegnano anche che la partita del bene vince sempre. E questi sono valori che vogliamo mettere nelle mani dei nostri bambini anche in questo nuovo millennio.

Buone favole a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *